Giorno 21: 45 giri?

The Artist | Vinile

Nella nostra ultima #NonRecensione ho riesumato un 45 giri di cui mi sono letteralmente innamorata da ragazzina: Demis Roussos; chi è?

Beh, è un musicista di origini greche ma cresciuto in Egitto che ha fatto parte degli Aphrodite’s Child prima di intraprendere una carriera solista culminata con il bellissimo brano We shall dance; tra le sue collaborazioni spicca Vangelis per il quale, tra le altre cose, ha prestato la sua meravigliosa voce per il brano Race to the End, colonna sonora del film Momenti di gloria.

Così. Tanto per svegliarsi bene la mattina.

Ora, alzino la mano chi, come me, a dieci anni si è ritrovato a trasporre in musicassetta il 45 giri di We shall dance e ammorbare i propri genitori cantandola per ore inventandosi parole a caso: inventato il walk-man, nati dei mostri. Sì, cantavo sul sedile posteriore dell’auto finché mio fratello non ha tentato di abbandonarmi ai bagni dell’Autogrill.

Poi ho continuato, comunque.

Tutta questa introduzione per dire cosa? Che la curiosità, è vero, ti può mettere nei guai ma ti può anche far scoprire grandi passioni. Chi non risica non rosica, insomma.

Per dire, io lo so che prima o poi realizzerò una mia versione di We shall dance e che probabilmente piacerà solo a me. Ma le passioni si esprimono per un bisogno profondamente insito in noi.

Mesmerising, ad esempio, è un artista capace sia di scrivere il proprio repertorio, sia di riproporre brani che farebbero tremare le ginocchia per il confronto, il tutto secondo il proprio stile. Questo è frutto di ricerca, e chi ricerca è mosso dalla passione ma anche dalla curiosità.

A questo punto, Mesmerising aka Davide Moscato, potrebbe anche sentirsi obbligato a proporre una sua versione di We shall dance, magari non tetra come la mia. Magari si apre un confronto. Magari, in questo momento, mi sta odiando. Magari ha il 45 giri pure lui.

Chissà!

A proposito, per concludere l’episodio dell’Autogrill: non abbandonate gli animali adesso che vi sparate le ferie, stolti! Meglio un cane che ulula We shall dance sul sedile posteriore dell’auto piuttosto che un cane legato sotto al sole a cuocersi per via della bestialità umana. Vale per tutte le specie animali a disposizione.

E via, non siate invidiosi se sono più intonati di voi!

close